Come scegliere il televisore giusto per noi: dimensioni e tipo di schermo

Non è mai facile scegliere il migliore televisore per le proprie esigenze, vista la grande varietà di prodotti che il mercato ci offre.

Se ti trovi a dover acquistare il tuo nuovo televisore e non sai quale scegliere, questa nostra guida cercherà di toglierti qualche dubbio dandoti qualche consiglio e indicazione su quello che può fare al caso tuo.

Vediamo quelle che sono le caratteristiche di cui devi tenere conto per capire cosa ti serve e orientarti nell’acquisto.

Le dimensioni del televisore

La prima cosa da prendere in considerazione, per la scelta del proprio televisore, è la grandezza dello schermo.

La misura che viene utilizzata è quella dei pollici, quindi maggiore sarà il numero di pollici più grande sarà lo schermo.

Per capire qual’è lo schermo che fa al caso tuo, devi valutare come unica cosa quello che è lo spazio che hai a disposizione; a livello di qualità, infatti, non ci sono grandi differenze tra schermi di diversa grandezza.

A livello di prezzi, in proporzione, risultano essere più vantaggiosi gli schermi grandi.

Quindi se siamo indecisi tra due televisori di quasi uguale grandezza, possiamo optare per quello più grande.

Un altro aspetto legato alla grandezza del televisore è quello della superficie degli altoparlanti, in quanto i modelli più grossi possono avere prestazioni migliore per quanto concerne il suono. Leggi tanti altri interessanti articoli su ecodellalombardia.com

La tecnologia dello schermo

La tecnologia dello schermo è ormai una degli aspetti che più possono influenzare la scelta dell’acquisto del nostro nuovo televisore.

Infatti si trovano, ormai sul mercato, tanti tipi di schermi e quasi sempre identificati da sigle e termini inglesi che, ovviamente, non tutti sanno decifrare.

Eccoti spiegato allora le principali tecnologie che puoi incontrare, durante l’acquisto, e le differenze tra i vari modelli.

TV LCD

Questa tecnologia è stata la prima vera innovazione che ha dato il via a tutte le altre.

La TV LCD ha di fatto rimpiazzato i nostri vecchi televisori a tubo catodico, dopo che per tanti anni ci avevano fatto compagnia e intrattenuti.

L’acronimo LCD sta per Liquid Crystal Display, ovvero sta a indicare un dispositivo che necessita di una retroilluminazione, dato che non emettono luce propria.

Il sistema di retroilluminazione è passata dai neon (lampade a fluorescenza) ai LED che illuminano così il pannello LCD, dando vita ai televisori TV LED.

TV LED

I TV LED sono quindi l’evoluzione dei TV LCD; rispetto ai loro antenati sono più sottili, hanno un contrasto maggiore, una gamma di colori più ampia e, soprattutto, un consumo energetico minore.

Sono due i tipi di TV LED che puoi trovare in commercio: i LED Edge e i LED Direct, l’unica differenza è la distribuzione dei led sulla retroilluminazione.

TV OLED

Oled è un acronimo che sta per Organic Light Emitting Diode, quindi una tecnologia in cui la retroilluminazione è prodotta con il passaggio di corrente elettrica per mezzo di una pellicola emissiva ed elettroluminescente.

I vantaggi migliori che hanno questi televisori, rispetto agli altri, sono l’elevata resa cromatica e il fatto che gli schermi sono addirittura flessibili oltre che sottilissimi.

Ovviamente parliamo di una tecnologia molto costosa e quindi non alla portata di tutte le tasche.

TV al Plasma

Questo tipo di televisori sono sempre più difficili da trovare sul mercato, in quanto sono ormai una tecnologia superata dai televisori TV LED.

Le TV al plasma consumano più energia rispetto alle tecnologie più recenti, ma soprattutto c’è il rischio del Burn In, ovvero della bruciatura dei pixel che con il tempo si rovinano compromettendo la qualità dell’immagine.

Quantum Dot

Il Quantum Dot (punti quantici) è una tecnologia di retroilluminazione dei televisori a LED che si basa su dei microcristalli illuminati con LED a luci blu.

Questo sistema migliora nettamente la paletta cromatica, ovviamente non siamo ai livelli di contrasto degli schermi OLED, ma sono molto buone le prestazioni di brillantezza.

Questa è l’ultima delle tecnologie per i televisori di tipo LCD.

Post recenti




Giulia Granati Written by:

Be First to Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.