Come pulire le macchie su un divano in tessuto

Se hai un divano in casa sai benissimo quanto sia importante che risulti sempre perfettamente pulito.

Ancor più vero è se si hanno dei bambini piccoli in casa sul quale passano molto tempo giocando e guardando la televisione.

La manutenzione del divano risulta ancora più difficile quando in casa si hanno degli animali domestici che sono abituati a salirci sopra.

E’ un compito difficile quello di tenere in ordine un divano ma di certo non impossibile.

Vediamo di seguito alcuni metodi per tenerlo pulito.

Divano in tessuto: attenzione al tipo di tessuto

I tessuti con i quali sono prodotti i divani possono essere di diverse tipologie a seconda dell’azienda che li produce.

Ciò significa che anche le tecniche di lavaggio variano da un modello all’altro.

Un agente smacchiante può funzionare su un tipo di divano e può non funzionare su un modello apparentemente simile o, peggio ancora, potrebbe rovinarlo per sempre.

Quindi fate molta attenzione.

Primo step per pulire un divano: leggi l’etichetta

Sicuramente anche tu come molti non l’hai mai letta.

Questo è un errore che viene fatto spesso. Difatti nessuno meglio del produttore conosce i materiali di cui è fatto il divano e può consigliarti al meglio come trattare i tessuti del divano.

L’etichetta ti indica in maniera chiara ed esaustiva diverse informazioni fondamentali per procedere alla pulizia del divano, tra cui:

  • l’esatta composizione del tessuto;
  • la possibilità o meno di inserirlo in lavatrice;
  • il tipo di lavaggio consigliato;
  • la possibilità di poterlo stirare con un comune ferro da stiro.

Inoltre, spesso al momento dell’acquisto di un divano, insieme alla garanzia viene rilasciato un libretto di manutenzione come guida alla gestione dei tessuti del divano.

Tessuto del divano sfoderabile

Sicuramente questa è una delle situazioni migliori.

Potendo sfoderare il divano, la pulizia del tessuto è assolutamente più comoda e semplificata.

Solitamente questi tessuti possono essere lavati in lavatrice con un normale programma di lavaggio. Si raccomanda però di eliminare tutte le tracce di capelli o di polvere eccessiva al fine di salvaguardare il filtro della lavatrice che altrimenti potrebbe intasarsi.

Una volta lavato il rivestimento, va asciugato e steso nel modo più opportuno, ossia:

  • il tessuto va messo all’aria aperta ad asciugare e non in un luogo chiuso per evitare il fastidioso odore di umido;
  • il tessuto va esposto al solo che contribuisce ad eliminare eventuali germi e batteri;
  • nel caso il tessuto fosse di un colore scuro, va evitata l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde in quanto i raggi del sole potrebbero rovinare il colore.

Tessuto non sfoderabile

Probabilmente questa è una delle situazioni più complicate.

Il fatto che il rivestimento del divano non sia sfoderabile rende le operazioni meno agevoli.

Come detto in precedenza, la prima cosa da fare è capire che tipo di tessuto dobbiamo trattare leggendo l’etichetta.

Solitamente i tessuti sono:

  • cotone 100%;
  • cotone misto;
  • nylon;
  • poliestere;
  • una combinazione dei materiali precedenti.

Un trucco intelligente è quello di testare il prodotto smacchiante scelto per pulire il divano su un pezzetto di tessuto di un angolo nascosto del divano. In questo modo sarà possibile prevenire eventuali danni visibili al divano qualora il reagente scelto sia troppo aggressivo per il divano.

Un’ulteriore accortezza è quella relativa alla spugna o al panno che si decide di utilizzare per la pulizia del divano. Oltre ad essere di buona qualità al fine di non lasciare tracce sul divano del proprio colore, la spugna o il panno devono essere ben strizzate prima di essere passate sul divano in modo da scongiurare il rischio che possano causare aloni o macchie.

Pulizia del divano: prevenire è meglio che curare!

I proverbi sono stati inventati sicuramente per un motivo.

E questo qui sopra è sicuramente indicato al problema delle macchie sul divano.

Il modo migliore per mantenere integro il proprio divano e prevenire possibili danni è quello di utilizzare un copridivano che faccia da “scudo” ai rischi quotidiani cui il nostro divano è esposto.

Oggi sul mercato esistono un’infinità di modelli di copridivano, di tutti i materiali e di tutte le caratteristiche.

Fare un piccolo investimento acquistandone uno vi farà sicuramente risparmiare molti soldi negli anni tra detersivi e smacchianti vari.

Post recenti




Giulia Granati Written by:

Be First to Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.