Dispositivi DPI: cosa sono e quando usarli

Dispositivi DPI: cosa sono e quando usarli

La protezione durante lavori particolarmente pericolosi è essenziale. Per questo motivo bisogna dotarsi di adeguate protezioni. Sono questi i casi in cui si parla di dispositivi DPI o anche dispositivi di protezione individuale.

Di cosa si tratta? Sono tutti gli strumenti adatti ad essere tenuti o indossati dal lavoratore. In questo modo diventa facile proteggersi da eventuali rischi e pericoli derivanti da un lavoro particolarmente difficoltoso.

Tali strumenti vengono prescritti soltanto in alcune specifiche circostanze, come prevenzione, protezione collettiva o per metodi riservati a riorganizzare la propria attività.

I DPI devono essere usati sempre correttamente e non devono essere modificati in alcun modo. Ogni loro mal funzionamento o difetto, deve essere sempre prontamente segnalato al datore di lavoro. Per alcuni dispositivi, invece, è necessario un periodo di addestramento utile a prevenire problematiche future.

Tutti i dispositivi DPI vengono regolarizzati da specifiche normative.

I requisiti richiesti dalla legge per un DPI

Ogni dispositivo di protezione deve essere conforme a normative specifiche. Questi devono essere sempre marcati CE, tenere conto delle esigenze del lavoratore in materia di salute, prevenire rischi e agevolare in modo adeguato il lavoro, migliorando le condizioni esistenti nell’ambiente.

Ogni DPI marcato CE deve essere analizzato e scelto dal datore di lavoro. Sarà lui a rendersi conto di quale attrezzatura è utile per lo svolgimento di una certa mansione del dipendente.

Alcuni dispositivi DPI

Sono dispositivi DPI i caschetti protettivi per la testa, mascherine e occhiali contro abrasioni, ustioni e reazioni incontrollate di una certa sostanza o materiale. Rientrano in questa categoria anche le cuffie per le orecchie, essenziali se si lavora in un ambiente particolarmente rumoroso che, a lungo andare, può mettere a rischio l’udito dell’operatore.

I guanti da lavoro sono importanti per prevenire ferite, tagli e altri problemi legati alle mani e dita. Queste parti del corpo sono facilmente esposte ai pericoli. Per tale motivo è bene sempre preservarle.

Anche le polveri possono essere dannose per l’organismo. Utilizzare mascherine non è da considerarsi un lusso contro fumo e vapori, ma è la prassi per aumentare il proprio comfort durante lo svolgimento di particolari mansioni. Le mascherine preservano il dipendente da particelle ed eventuali materiali tossici.

L’abbigliamento rientra tra i dispositivi DPI. Gli indumenti dedicati ad una particolare funzione servono per proteggersi da incidenti e dalla poca visibilità in un ambiente affollato. Per cui, dotarsi di gilet e pantaloni catarifrangenti e ben doppiati, riduce ogni pericolo di infortunio.

Le scarpe antinfortunistiche servono per dare stabilità quando si lavora in altezza, sono utili in ambienti umidi e altre volte, si scelgono stivali che proteggono i piedi dal rischio dello schiacciamento. Se le scarpe vengono abbinate a calzini professionali speciali, il comfort può aumentare notevolmente.

Tutti questi strumenti sono sottoposti sempre ad una adeguata manutenzione. Sono studiati per essere adatti all’operaio, il loro tempo di utilizzo deve essere indicato sulla confezione e seguito, sono soggetti a scadenza. Alcuni DPI possono essere utilizzati contemporaneamente per garantire maggiore protezione all’operatore.

Come scegliere i dispositivi DPI

Tali strumenti devono essere forniti da un’azienda specializzata, per cui non ci si deve mai rivolgere a fornitori occasionali che non hanno le conoscenze adeguate in materia.

Ogni DPI deve essere utilizzato da un solo operaio con specifica conformazione, caratteristiche e taglia. La pulizia e la disinfezione deve essere fatta secondo le regole descritte in confezione. Un’adeguata manutenzione significa maggiore resa del prodotto nel tempo fino alla scadenza.

Ogni DPI deve essere fornito in modo totalmente gratuito dal datore di lavoro e non possono essere utilizzati per diverse attività estranee allo scopo. Per questo è bene lasciare ogni DPI in azienda dopo la fine dell’attività lavorativa. Se è concesso portarli a casa, anche i lavoratori dovranno contribuire alle spese di acquisto.

Post recenti




Giulia Granati Written by:

Comments are closed.