Lettino ginecologico a tre sezioni: quando può essere utile?

Strumenti del ginecologo: il lettino ginecologico a tre sezioni

Ai fini dello svolgimento di una corretta visita ginecologica, il dottore impegnato nello studio e nell’analisi della paziente visitata deve poter fare affidamento su attrezzature adeguate, che facilitino il proprio operato e gli consentano di eseguire con grande cura tutti gli esami del caso. Dal punto di vista della strumentazione, il ginecologo fa ampio uso di oggetti come lo speculum o la spatola di Ayre, quest’ultima utilizzata appositamente per eseguire il paptest. Tuttavia, all’interno di un ambulatorio devono essere presenti anche delle strutture che, mediante il loro utilizzo, favoriscano lo svolgimento della visita stessa in maniera comoda ed efficace. Un esempio è dato dal classico lettino ginecologico, che consente al medico di effettuare le analisi specialistiche affidandosi alla comodità della struttura in questione. Il lettino ginecologico, infatti, non può mancare all’interno di un ambulatorio di ginecologia, vista la sua eccezionale utilità abbinata a un elevato livello di comfort. Analizziamo più nel dettaglio quali sono le caratteristiche di un lettino ginecologico a tre sezioni, soffermandoci, tra le altre cose, anche sui vantaggi e sull’utilità stessa derivante dall’uso di tale struttura.

Lettino ginecologico a tre sezioni: le caratteristiche
Partendo dal presupposto che le caratteristiche di un lettino ginecologico a tre sezioni possono variare da un brand all’altro, è pur sempre possibile delineare una serie di fattori in comune tra i vari modelli. In linea generale, si parla di lettino a tre sezioni in virtù della presenza di tre distinte aree di appoggio. Le aree in questione corrispondono all’appoggio della schiena, del fondoschiena e delle gambe, proprio come una sorta di poltrona reclinabile. Ed è proprio la reclinabilità una delle peculiarità più in evidenza del lettino ginecologico: vista la natura della visita, e vista la necessità di dover ospitare la seduta di donne diverse (e dunque dotate di altezze differenti), il lettino può essere regolato a seconda delle singole esigenze. Una donna particolarmente alta, ad esempio, potrebbe sentire la necessità di allungare maggiormente in avanti le proprie gambe. Per soddisfare una simile necessità lo schienale del lettino può essere reclinato all’indietro, così come è possibile sollevare l’appoggio delle gambe per migliorare il livello di comfort della donna. Dal punto di vista strutturale i lettini ginecologici a tre sezioni presentano tutti un telaio in acciaio. Sempre ai fini del comfort, i lettini sono generalmente dotati di imbottiture collocate nei pressi delle sedute. Infine, un’altra particolarità dei lettini è quella di ospitare due pratici ed ergonomici poggiabraccia. Se un lettino ginecologico fosse privo degli elementi in questione, le braccia della donna non farebbero che pendolare durante l’esecuzione di una visita, il che risulterebbe scomodo per la paziente così come per il dottore impegnato nelle varie analisi.

Vantaggi e benefici del lettino ginecologico a tre sezioni
Dopo una descrizione generale delle caratteristiche più in evidenza del lettino ginecologico a tre sezioni, passiamo a un’analisi più approfondita dei benefici derivanti dal suo utilizzo in ambulatorio. In primo luogo, un simile lettino ginecologico si rende essenziale per l’analisi ravvicinata degli organi genitali femminili. La natura del lettino, oltre a consentire alla donna di sedersi in una posizione ottimale per poter essere visitata, è quella di garantire al medico la possibilità di agire nella massima comodità durante l’esecuzione della visita. Avendo la paziente di fronte a sé, il dottore può procedere con tutta facilità nell’eseguire una visita appropriata, senza dover costringere la donna ad assumere posizioni strane e del tutto scomode. In secondo luogo, un vantaggio derivante dal lettino è la sua eccezionale adattabilità alle forme delle donne. Vista la sua capacità di reclinarsi a piacimento, il lettino è in grado di ospitare senza alcun problema donne alte, basse, robuste o minute, consentendo al medico di agire in tutta comodità durante una visita.

L’eccezionale utilità del lettino ginecologico
Altro vantaggio non indifferente è legato alla presenza di un pratico vassoio collocato all’altezza degli organi genitali femminili, nei pressi dell’area imbottita sulla quale si siederà la paziente. Il vassoio in questione, estraibile a seconda delle esigenze, torna utile per l’estrazione di liquidi e secrezioni vaginali, specie quando il dottore è impegnato nell’esecuzione di un classico paptest. Durante l’esame, infatti, potrebbe capitare che si possano disperdere liquidi in grado di sporcare la seduta stessa del lettino. Per evitare un simile inconveniente, il ginecologo può provvedere appositamente all’estrazione del vassoio, potendo continuare a visitare la paziente come da prassi. In linea generale, però, il lettino ginecologico a tre sezioni si rende essenziale all’interno di un qualsiasi ambulatorio, in virtù dell’elevato livello di comfort che la struttura stessa può garantire.

Post recenti




Giulia Granati Written by:

Be First to Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.